Marmitta catalitica intasata o con problemi? Come mantenere la pulizia del catalizzatore

Pulizia catalizzatore

Catalizzatore auto: cos’è e qual è la sua funzione?

Il catalizzatore o marmitta catalitica è stato creato negli anni Settanta. È obbligatorio in Europa sui veicoli dal 1993 per soddisfare la norma EURO 1.

Posizionato in continuità con la linea di scarico, il catalizzatore dell’auto converte i gas di scarico in gas innocui. È costituito da una camera in acciaio inossidabile in cui è presente una struttura a nido d’ape composta principalmente da ceramica. Questa struttura è chiamata superficie catalitica ed essendo molto grande, può trasformare il 90% dei gas di scarico in gas innocui.

Catalizzatore: come funziona

La marmitta catalitica contiene almeno tre metalli preziosi. Sono questi elementi catalizzatori che, una volta raggiunta la temperatura di 400°, innescano le reazioni chimiche che permettono la trasformazione.

Esistono due tipi distinti di marmitta catalitica:

  • La marmitta catalitica per motori a benzina
  • La marmitta catalitica per motori diesel

Catalizzatore tappato e altri problemi

Purtroppo, nelle brevi distanze della vita quotidiana, la marmitta catalitica non raggiunge la sua temperatura di esercizio (400°).  Subisce quindi delle incrostazioni che generano:

  • Perdite di potenza
  • Motore che perde colpi
  • Motore che si spegne
  • Motore che si ingolfa
  • Consumo eccessivo di carburante

Si può eliminare la marmitta catalitica?

L’eliminazione del catalizzatore o marmitta catalitica è possibile grazie a un tubo chiamato collettore elimina catalizzatore. Tuttavia, la rimozione della marmitta catalitica è severamente vietata dalla legge.

Inoltre, questa eliminazione porterà al rifiuto categorico del veicolo durante la revisione a causa dell’inquinamento. Vale a dire, che un nuovo sistema di controllo dell’inquinamento è comparso nel gennaio 2019.

Pulizia catalizzatore: come mantenerla ed evitare problemi?

La manutenzione convenzionale di un catalizzatore è un’operazione costosa. Esiste un’alternativa che consente una manutenzione economica del catalizzatore: la decarbonizzazione mediante iniezione d’idrogeno.

Grazie al processo innovativo che sfrutta il potere solvente dell’idrogeno dopo la combustione, la nostra soluzione di pulizia del motore consente di asportare i residui incombusti presenti nella marmitta catalitica, proprio come nel FAP, nella valvola EGR, nel turbocompressore o negli iniettori.

Come mantenere la pulizia del catalizzatore?

Evita in anticipo i problemi di un catalizzatore tappato o di una marmitta catalitica intasata

Fai una diagnosi gratuitaTutto sulla decarbonizzazione